Subpages

Publicité

Sapori e gusto tra i Colli Piacentini

Valle TrebbiaDa sempre, Piacenza e la sua provincia sono direttamente collegate con la cultura del maiale, ripercorribile anche grazie alle raffigurazioni medievali del rito sacro dell’uccisione del maiale alcune della quali ritracciabili nei mosaici della chiesa di San Savino o nell’Abbazia di San Colombano presso Bobbio. A testimonianza di queste remote tradizioni sono i salumi Dop del piacentino come la coppa, la pancetta e il salame che hanno il privilegio di essere il ripieno per eccellenza della pasta fresca di tradizione e diffusione emiliana come ad esempio i tortelli con la coda, con base di ricotta e spinaci, o gli anolini di stracotto.

In tempi remoti erano serviti solo durante le feste religiose più importanti, tra i piatti più richiesti la bomba di riso, e tra i piatti della cucina povera i pisarei e faso ricette utilizzate appositamente per riutilizzare il pane raffermo. Infatti i faso sono degli gnocchetti fatti con la farina e il pane grattugiato impastati con acqua e accompagnati con sugo di fagioli, per ogni gnocchetto sette fagioli. I secondi più apprezzati sono la picula ad cavàl, che consiste in un piatto di carne tritata di cavallo in umido condita con pomodori, cipolle e peperoni; inoltre ricordiamo la coppa arrosto e il tasto, una rivisitazione della cima alla genovese.

A partire dal Cinquecento era molto diffuso il cacio di Piacenza a tal punto che i mercanti di Parma e della provincia di Milano lo compravano in grandi quantità per poi rivenderlo sul mercato di Firenze e Lione. Negli anni si è sviluppata la produzione di formaggi, oggi molto famosi, come Il provolone Valpadana Dop, di cui Piacenza è l’unica produzione sul territorio, e Il Grana Padano Dop. I sapori della cucina emiliana sono esaltati dai diciotto vini D.O.C. dei Colli Piacentini prodotti nelle valli della provincia. 

Grana Padano

Nel 1987 a Piacenza fu conferito il titolo di Città internazionale della Vite e del Vino, la sua bandiera dell’enologia è il Gutturnio, che esprime metaforicamente trasmette i differenti caratteri dell’uvaggio Barbera e Bonarda, prendendo il nome da una coppa d’argento di origine romana ritrovata sulle rive del Po verso la fine dell’Ottocento.

Gli altri vini D.O.C. del piacentino sono, tra i rossi, il Novello, Barbera e Bonarda, mentre tra i più antichi bianchi del luogo ricordiamo Malvasia di Candia, Trebbianino Val Trebbia, Ortrugo, Bianco Val Nure, Val d’Arda, Vin Santo di Vigoleno. Questi vini hanno accompagnato da sempre le tavole bolognesi ma ci sono alcuni in particolare che hanno acquistato nel tempo, grazie alla loro genuinità, carattere internazionale come ad esempio: Sauvignon e Chardonnay, Pinot Nero e Cabernet Sauvignon.


Proposte itinerari enogastronomici


Per un autunno ricco di sapore e folklore nel percorso enogastronomico dei Colli Piacentini.

  • Zona: Val Nure e Val Trebbia
  • Il prezzo stimato è di circa euro 85,00 a persona

L’itinerario prevede un weekend all’insegna del gusto e del folklore con pernottamento in agriturismo nelle terre del Val Trebbia, una sosta a Rivalta per ammirare l’incantevole castello, pranzo con degustazione presso un’azienda vitivinicola, appuntamenti con gli eventi previsti nel periodo di visita presso Grazzano Visconti, ed infine un pranzo tipico piacentino dopo una visita alla città di Bobbio.

Informazioni utili:
Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini,
Via San Siro 27, 29100 Piacenza,
Tel. 0523.305254 - Fax 0523.309298
mail:

Esplorando l’itinerario enogastronomico dei Colli Piacentini

  • Zona: Val d'Arda e Val Trebbia
  • Prezzo: euro 151,00 a persona in hotel quattro stelle (min. 15 persone).

Il primo giorno si arriva presso l’hotel per la sistemazione dei bagagli, in seguito è prevista una visita all’abbazia cistercense di Chiaravalle della Colomba e alla bottega adiacente specializzata nella produzione di liquori e essenze prodotte dai monaci cistercensi. 
In seguito si raggiunge Castell’Arquato, un tipico e caratteristico borgo medievale sito tra le colline della Riserva del Placenziano, una visita guidata nel borgo, in seguito pranzo e degustazione “assaggi di Val d’Arda” in un’azienda vitivinicola.
BariliNel pomeriggio è prevista una visita alla scoperta dei prodotti piacentini tra la coppa e il grana padano in una visita al caseificio con la possibilità di acquistare i prodotti dell’azienda. La sera si avrà la possibilità di assaporare i piatti tipici locali durante la cena in un caratteristico agriturismo particolarmente suggestivo tra vigneti e varietà autoctone. A fine serata si rientra in albergo.


Il secondo giorno ha inizio con una visita guidata al Borgo medievale di Bobbio, in zona Val Trebbia, caratteristico per le deliziose case in pietra, le tradizionali botteghe artigiane e le degustazioni nelle aziende vitivinicole proprio nel centro del paese. Il pranzo prevede un menù tipico piacentino presso un ristorante che vi regalerà una vista panoramica che vi lascerà senza parole. Il percorso termina con una breve soste presso una cantina sociale di nuova apertura

Informazioni utili:
Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini - Placentia Incoming,
Via San Siro 29, Piacenza,
tel. +39.0523.315596 - fax +39.0523.309298,
mail:

Vini, sapori, emozioni tra i colli piacentini!

  • Zona: Val Nure e Val d'Arda
  • Prezzo: Euro 111,00 a persona (con min. 2 persone)

Il percorso prevede un lungo tour tra la strada dei Vini e dei Sapori nei Colli piacentini, un viaggio che vi farà esplorare borghi antichi, caratteristici manieri e apprendere qualche piccolo segreti sui prodotti tipici piacentini grazie al wine tasting, lezioni di norcineria e sull’antica trazione della lavorazione della coppa. E’ prevista una visita al borgo medievale di Grazzano Visconti, una lezione di wine tasting presso l’azienda vitivinicola del Val Nure

Il pernottamento è previsto presso un caratteristico agriturismo che vi darà la possibilità di acquistare i prodotti aziendali. In seguito si terrà un corso breve di norcineria presso un salumificio posto al piedi del borgo di Castell’Arquato. Successivamente ci sarà una visita al castello di Gropparello con pranzo e degustazione in una taverna in stile medievale caratteristica per gli inservienti in costume.


Informazioni utili :
Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini - Placentia Incoming,
tel. +39.0523.315596 - fax +39.0523.309298,
mail:

 

Évaluez le contenu de cette page - Score 1 à 5 1 2 3 4 5

Torna in cima alla pagina

Contributo Taux: 5,0 | Commentaires (0) | Ecrire un commentaire

Enquête en cours

Nessun sondaggio in corso
Realizzazione Siti Web e Portali Verticali - Rel. 1.11