SottoPagine

PubblicitÓ

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Lago di RidracoliIl territorio compreso nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, che includono l’Appennino Tosco – Romagnolo, sono oggetto di interesse da parte degli escursionisti da diversi anni, infatti percorsi da anni presenti, come le tappe della GEA e la cascata dell’Acquacheta, sono sempre più esplorati da un numero elevato di turisti.

Negli ultimi anni il Parco ha avviato progetti di riorganizzazione e segnatura dei principali percorsi presenti, di circa 250 chilometri, al fine di istituire un percorso idoneo per l’esplorazione del Parco anche grazie alla creazione della carta escursionistica che riporta 160 sentieri numerati che corrispondono a un’esplorazione totale di circa 250 ore.

 

Escursioni tra i "Percorsi Natura"

Vetta Monte FalcoVi proponiamo una serie di percorsi istituita dal Parco chiamati i “Sentieri Natura”, percorsi escursionistici di pochi chilometri che vi permetteranno di apprendere, tramite l’ausilio di una guida, alcune delle emergenze territoriali. Una bacheca collocata all’inizio dei percorsi, riporta tutti i sentieri presenti descrivendone anche le caratteristiche peculiari. I sentieri Natura sono in tutto nove, con un basso livello di difficoltà, lungo i quali sono stati fissate zone di osservazione prestabilite indicate con particolari picchetti numerati.

A disposizione dei turisti è stato creato un efficiente e pratico opuscolo, acquistabile presso l’ufficio informazione turistica del Parco o i centri visita, che potrà essere utilizzato come una breve guida per scoprire le principali caratteristiche delle zone del percorso seguito. Le informazioni presenti riguardano la struttura geomorfologica del territorio, la storia dei luoghi, la vegetazione e la fauna.

Tali guide sono studiate per un facile utilizzo e comprensione affrontando i temi presenti con un tono didattico orientato sia alle scuole sia per chi si avvicina all’escursionismo e vuole avere una prima conoscenza del territorio. Quindi lo scopo dei Sentieri Natura è di istruire il turista verso una consapevolezza nella fruizione della zona protetta e un invito all’osservazione. Ogni percorso affronta un tema differente in modo da rendere interessante ognuno differenziandoli tra di loro.

 

 

Percorsi Natura...esploriamo insieme!
Campigna
L'abete bianco e le abetine
Un sentiero che vi darà la possibilità di scoprire l’abete bianco all’interno di una delle abetine più belle del Parco, con numerosi approfondimenti naturalistici.
Acquacheta
La valle e la cascata di Dante
Il percorso dell’Acquacheta vi fornirà informazioni riguardo alcuni aspetti principali della storia naturale partendo dall’origine delle rocce alla formazione della cascata, del torrente e della vegetazione.
Badia Prataglia
La faggeta
Il percorso si sviluppa al centro della Riserva Naturale Biogenetica e si sviluppa lungo la salita che porta al torrente Archiano d’Isola ricoperta da un antico bosco di faggi.
Camaldoli
Alberi e bosco
Il percorso è posto nei pressi dell’insediamento monastico di Camaldoli, una delle zone più conosciute del Parco grazie all’importanza culturale e spirituale della foresta
Fiumicello
Sulle tracce dell'uomo
Un tragitto che ripercorre tutte le opere caratteristiche del Parco come i ruderi, i muretti, pilastrini votivi, … E’ particolarmente interessante e suggestivo il vecchio Mulino Mengozzi, ancor oggi funzionante.
Tredozio
La natura e le forme del territorio
Un percorso all’insegna dell’ignoto, tra i luoghi più remoti e sconosciuti del Parco…risultato di una lunga evoluzione naturale.
Chiusi della Verna
Natura, storia e spiritualità sul monte di San Francesco
Un viaggio sull’incantevole e suggestivo Monte della Verna attraverso un’interpretazione spirituale francescana che ha garantito l’attuale stato di conservazione e la sua gestione nei secoli.
Castagno d'Andrea
La civiltà del castagno
Un sentiero completamente dedicato alle origini e tradizioni della coltivazione del castagno, visto come fondamento della sussistenza della popolazione contadina passata.
Ridracoli
Tracce di pietra
Un tragitto di circa un’ora in un incantevole querceto submontano, attraverso il quale sarete a stretto contatto con la fauna del Parco, fino a raggiungere le case di pietra secolari. La vista sarà inoltre soggiogata da sprazzi panoramici su Ridracoli e sulle foreste Casentinesi.

 

Vota il contenuto di questa pagina - Punteggio da 1 a 5 1 2 3 4 5

Torna in cima alla pagina

Contributo Voto: 0,0 | Commenti (0) | Scrivi Commento

Sondaggio in corso

Nessun sondaggio in corso
Realizzazione Siti Web e Portali Verticali - Rel. 1.11